品Sognare il futuro品

Dobbiamo insegnare i nostri figli a sognare a occhi aperti.

Che cosa farete domani? 

Fermatevi un attimo, un attimo solo a riflettere su questa domanda. Visualizzare la risposta. Forse porterete fuori il cane, andrete al lavoro, tornerete a casa e giocherete con i bambini.Forse terrete un discorso pubblico, vincerete una gara,firmerete un contratto, viaggerete in aereo, ricomincerete a dipingere. Se poteste scegliere, che cosa accadrebbe domani? Quello che avete appena fatto è stato usare la vostra immaginazione perché è un futuro che ancora non c’è.complimenti!
Per quanto ne sappiamo, noi esseri umani siamo l’unica specie ad avere questa capacità. Rifletteteci. Senza la capacità di riflettere faremo tutti la stessa cosa, sempre. Non avremmo mai potuto immaginare un futuro che non sia ora, e saremo condannati a ripetere all’infinito i soliti vecchi schemi e comportamenti. Invece, grazie la fantasia, sospinti verso l’ignoto, ispirati a creare qualcosa di nuovo. Grazie alla nostra immaginazione creiamo anche la persona che siamo. Quando qualcuno dice: « il mio sogno e possedere un’attività tutta mia», o « sogno di diventare un campione professionista di ping-pong», Sto usando la parola «sogno» descrivi una possibilità che non si è ancora realizzata. Le nostre ambizioni e i nostri obiettivi sono possibilità che si concretizzano attraverso un processo di creazione. Troppo spesso usiamo la nostra immaginazione per prefigurarsi il peggio, per prevedere come potrebbero avverarsi tutte le nostre peggiori paure, tutto ciò che potrebbe andar storto in una situazione. E ancor prima di iniziare, finiamo paralizzati ansie, dubbi e insicurezze. In una società che attribuisce importanza ai sogni, potremmo invece usare il potere dell’immaginazione a fini positivi.

Il mondo vive oggi una crisi su molti fronti. Sotto il profilo ambientale, politico, economico, sociale, educativo, attraversa un momento decisamente difficile. Nel prefigurare soluzione ai nostri problemi globali, il sogno potrebbe costituire una risorsa?
Se vogliamo creare un mondo migliore, dobbiamo prima sognarlo per farlo esistere. Di fatto, noi siamo già coinvolti in questo processo creativo, solo che lo siamo inconsciamente. Certo, ovviare ai problemi del pianeta richiederà impegno e innovazione. Ma perché non diventare consapevoli di questo processo che sotto sotto sta già avvenendo, perché non farsene interpreti e incanalarlo in una direzione migliore? 

In altre parole, per cambiare il mondo dobbiamo cambiare noi stessi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...